Gestione emotiva

Il respiro è la fonte di vita che nutre l’organismo umano. Secondo alcuni ricercatori è possibile considerare il tempo come unità di misura con cui percepire la vita; un tempo per inspirare – uno per espirare, un tempo per fare – uno per non fare, un tempo per ogni cosa scandito dal proprio ascolto interiore in modo da evitare di … Continua a leggere

Natur…o…Apatia?!

Il mese di gennaio corrisponde all’elemento terra yin di transizione verso la primavera. L’organo di riferimento di questo mese è il fegato. Il fegato è in relazione al meridiano corrispondente che ha il compito di far circolare l’energia nel corpo e così avviene nel medesimo tempo anche per ogni meridiano e il loro proprio compito da svolgere. Il primo punto … Continua a leggere

Preven-Azione

Quanto siamo affezionati al nostro malessere? In che modo possiamo re-agire di fronte a un problema? Possiamo trovare chi lo affronta cercando di individuare le cause per poi muoversi operando una valutazione dei pro e dei contro. Chi evita il problema procrastinando ogni decisione. Chi sottovaluta la cosa per inesperienza o chi sceglie di imparare a convivere con esso. Come … Continua a leggere

Orecchio: lettura come fonte d’informazione

Orecchio: lettura Nell’orecchio, più precisamente nell’elice esistono dei “segnali” indicatori ben precisi che permettono di datare gli eventi. Leggere l’orecchio significa interpretare correttamente i “segnali” misteriosi (nei, rughe, arrossamenti, irregolarità, ecc.), incisi nel padiglione auricolare. Questi “segnali”, queste tracce, non sono solo indicatori, ma validi suggerimenti (derivati dall’Antica Scienza della Fisiognomica), che ci aiuteranno a comprendere meglio la realtà e … Continua a leggere

Il procedere con gradualità, ma sicurezza verso un obiettivo

La Chiocciola si muove lentamente, restando sempre aderente alla Terra. Per questo motivo essa rappresenta il procedere con gradualità, ma sicurezza verso un obiettivo. La Chiocciola ci ricorda che a volte è meglio avere cautela e non dare nell’occhio se si vuole arrivare a destinazione.   L’elemento a cui essa è legata è l’elemento Terra, l’elemento della stabilità, della sicurezza e delle ricchezze … Continua a leggere

Naturopatia progetto: “il cammino verso la salute”

Il progetto “il cammino verso la salute” di cui Vi parlo è già in attivo durante la pratica delle sedute di reflessologia plantare.  Il progetto è indirizzato alla prevenzione e al miglioramento dello stile di vita che spesso, è causa primaria, di molti squilibri fisici: i sintomi, la malattia e la sua cronicizzazione nel tempo. “il cammino verso la salute” … Continua a leggere

Adattamento e stress

La naturopatia utilizza il pensiero analogico Si avvale di analogie che creano collegamenti tra fattori diversi La malattia è una manifestazione fisica-funzionale che determina uno squilibrio all’interno del corpo Ogni organismo sano è dotato della capacità di omeostasi è in grado cioè di mantenersi in condizioni di stabilità di fronte ai cambiamenti che si producono sia nell’ambiente che lo circonda, … Continua a leggere

Assertività e Autostima

Immagine

La prima componente dell’Assertività è l’autostima: il giudizio che ogni individuo dà del proprio valore. E’ anche avere fiducia nelle proprie capacità di pensare, di scegliere e di prendere decisioni. Nel corso del tempo si può modificare perchè influenzata da successi e fallimenti. Solo attraverso l’esperienza diretta possiamo migliorare noi stessi. Si tratta quindi dei successi e dei fallimenti che viviamo attualmente, o che abbiamo già vissuto, o che pensiamo di vivere nel futuro. L’autostima è il fondamento su cui poggiano le altre componenti di seguito:

2- Avere obiettivi chiari può aumentare la percentuale di successi ed influire positivamente sull’autostima personale.

3- La capacità di ascolto si sviluppa nel momento in cui siamo in grado di ascoltare prima noi stessi e i nostri bisogni

4- Affermare le proprie convinzioni e comunicare le proprie aspettative vengono supportate dal coraggio di assumersi dei rischi .

5- Saper scegliere quando dire di no e quando dire di si presuppone che noi siamo in grado di domandarci di cosa realmente abbiamo bisogno per essere in armonia. Il nostro “no” và motivato, spiegato, espresso in modo non aggressivo suggerendo delle alternative.

6- Saper ammettere i propri sbagli implica la nostra capacità di autocoscienza

7- La critica costruttiva prevede di affrontare il problema in maniera razionale, obiettiva e non spinta dall’emozione del momento. Una critica costruttiva è espressa in maniera impersonale senza ferire l’altro intenzionalmente. Non esiste una verità assoluta in quanto spesso si tratta di punti di vista. La critica deve essere posta in maniera specifica e riguardare il comportamento e non la persona. Conseguentemente è l’osservazione di un fatto e non un’accusa o un giudizio emotivo. Il suo scopo è correggere in maniera costruttiva.

Il corpo non mente

Se é vero che sei quello che mangi, si può dire, con altrettanta accuratezza che “sei quello ciò che ascolti” Nessuno può dirci qual’é la verità, perchè ne facciamo esperienza individualmente. La percezione è soggettiva, crea realtà riverse difficili anche solo da descrivere. L’unica cosa di cui siamo certi è che il corpo non mente. La salute é un bene … Continua a leggere

Notizie su di me

Mi presento sono Mara Varisco Bassi, nata a Novara il 18-09-1971 e residente a Galliate. Le mie inclinazioni alla natura e all’arte mi hanno portata a scegliere di frequentare il Liceo artistico statale di Novara dove conseguo il diploma nel 1989. Il percorso scolastico prosegue l’anno successivo, con il quinto anno integrativo spinta dall’idea di poter accedere all’università. Nel frattempo … Continua a leggere